Home arrow Cultura arrow Personaggi celebri arrow Impressioni di un viaggiatore - Londra
marted 17 maggio 2022
 
 
Impressioni di un viaggiatore - Londra PDF Stampa E-mail
L'ha scritt Massimo "Massfisc"   
mercoled 13 giugno 2007
 Era il 1998 o giù di, arrivo all’aeroporto Londinese di Heathrow il principale dei 6 aeroporti di cui Londra è dotata. Ad aspettarmi agli arrivi c’è era un compunto autista mandato dalla compagnia per accompagnarmi in hotel.
Ricordo che arr’vann’ arr’vann’ feci la mia prima bella figura di m…. Tutti sanno che in Gran Bretagna oltre ad avere unità di misura diverse dall’Isola (si perché così loro vedono l’Europa continentale, un’isola) la guida è a sinistra ed il volante delle automobili è conseguentemente a destra, quello che per noi è il lato passeggero.
Bene torniamo a noi, arriviamo al parcheggio dove l’autista aveva lasciato l’auto, questo me la indica ed io sano sano, mi appropinquo a montare in macchina dal lato passeggero (quello italiano!) quello mi guarda, capisce che non mi stavo rendendo conto, si posiziona sul lato della macchina che per noi è il lato del guidatore e porgendomi le chiavi con un sorrisino mi fa “vuole guidare lei?”. Io do uno sguardo attraverso il finestrino e realizzo che stavo per entrare dalla parte dove c’era lo sterzo… matò ce figura… accum’zam’ buen’ pensai…

Londra è una città immensa di circa 7,5 milioni di abitanti con una disposizione urbanistica che si sviluppa per la maggior parte in lungo e in largo più che in altezza.
Quando si attraversa la strada bisogna stare molto attenti, non scherzo, le macchine ti arrivano da destra mentre noi siamo abituati a guardare a sinistra. In effetti per terra ai passaggi pedonali c'è scritto “Guarda a destra”... e menumale!
Ricordo che la prima cosa che volli andare a vedere fu Buckingham Palace, (da fuori ovviamente perché non ero li per fare il turista) ed ebbi la fortuna di trovarmi sul posto intorno alle 18.00 mentre era in pieno svolgimento il cambio della guardia. Beh! devo dire che è uno spettacolo emozionante, mai come il cambio della guardia al Castello Aragonese, ma emozionante.
Mi trovai anche a girare un po' nella zona centrale della città (down town) e senza rendermene conto mi ritrovai a Piccadilly Circus, una delle zone più famose di Londra, ricchissima di negozi e locali alla moda. Ce emozione nu panarjdd' a Londra e ce je?
Mentra stavo mangiando una bella bisteccona fatta con Mucca Pazza in una Steeak House chi mi passa davanti alla vetrina del ristorante? Uno vestito di tuttto punto con doppio petto nero, bombetta e ombrello appeso all’avambraccio… e pensai … naaaa! Ma allora esistono davvero… e io che mi penzavo che tutta un'invenzioonedella pubblicità...
Ripresi il mio giro veloce e passai per la famosa Trafalgar Sqare, piazza dedicata ed incui svetta una colonna con in cima la statua dell’Ammiraglio Horatio Nelson che sconfisse le flotte di Francia e Spagna durante le guerre napoleoniche. Uno dei motivi per cui ancora oggi Francesi e Inglesi non si possono sopportare.
Poi continuando la mia passeggiata lungo le rive del Tamigi mi trovai di fronte al palazzo sede del parlamento conosciuto anche per la famosa Torre dell’orologio che la sovrasta, la torre è conosciuta anche col nome di Big Ben e il palazzo è quello di Westminster
Altra cosa da evidenziare è la rete metropolitana di Londra, IMPRESSIONANTE!, a parte le sue 12 lineee, è per lunghezza quella con il maggior numero di chilometri , pardon Miglia, al mondo. Si arriva dappertutto… avveramend’!!!
Infine un’altra cosa che non mi sono fatto mancare, il giro in TAXI a bordo del famoso Black Cab
Anche questa è stata un’esperienza diciamo interessante, me pareva de tenè pure a me la bombetta in capa e l’ombrello al braccio.
Meh! Pe’ mo mi fermo qui, nella prossima vi parlerò di quando sono andato a farmi un giretto (sempre per lavoro of course) nella cittadina sede della villetta di campagna della Regina Elisabetta.

A presto!
 
< Vid quidd d'apprim.   Vid 'nnotre. >
 
Top! Top!