Home arrow Cultura arrow Brani MP3 arrow art of noise
domenica 12 luglio 2020
 
 
art of noise PDF Stampa E-mail
L'ha scritt Silvio "gralsi"   
gioved 31 maggio 2007
 Un gruppo britannico nato nei primi anni 80 che non ha avuto come obiettivo primario quello  di diventare popolare e famoso,  ma di proporre qualcosa di nuovo, strano, originale, questo si……..le piacev’n le cose curiuse!

I componenti sono stati 3 sessionman (Ann Dudley, J.J. Jeczalik e Gary Langan) ossia musicisti che prestano manodopera per concerti e sale di registrazione – uagnùne ca’ sapen’ ‘u fatte lore.
Per omaggiare il CdA e confermare la mia appartenenza al CdR,   mi piace ricordare che  tra loro c’è appunto  una donna Ann Dudley ai sintetizzatori – ca è cussì brav’ ca ‘mminze a l’otre nonge scùmpare proprie - 
La “mente” del gruppo invece è rappresentata da un numero imprecisato di anonimi produttori (quelli che stanno al mixer che decidono i volumi i toni gli effetti e che molte volte sono i veri responsabili del successo di un artista o di un genere).
Insomma per non portarvela alla lunga questi si divertono a fondere generi musicali… house & melodie, hip  hop & elettronica…riportando alla luce, remixandoli, vecchi brani famosi tipo “kiss” di Tom Jones e peter gunn’s theme – inzòmm’ fanne proprie nù  ‘belle ‘miscka ‘miscke –
ma la cosa che più mi piace menzionare è che lo fanno con tanta fantasia e sfruttando al massimo ciò che la tecnologia gli consente,  cu ogni cose ca le ‘capp’ sotte le mane e ca fasce rumore!
Siamo a metà anni ‘80  - c’è ‘bell’ tjemp’! - quindi con l’avvento dei primi campionatori, cioè registratori di suoni, che opportunamente ripetuti, possono essere usati come ritmi, loop  (basi circolari)  e ogni cosa la fantasia riesce a far creare.
Uno fra tutti ricordo un pezzo che aveva come  base ritmica il campionamento del rumore di una matita battuta su un tavolo!
Vidit’ vujie c’è fantasie quist!
E come non ricordare “Moments in love” , che sicuramente i  40enni ricordano  come il brano che “crea l’atmosfera”, per averlo usato chissà quante volte come sottofondo per uno strusciamento con la propria “morosa”,  e che per qualcuno è diventato poi la colonna sonora di una storia d’amore….…..e quarchedune le stè jastème pùre…..…....aprite le recchie e il cuore che tanto vogliono ascoltare!
Thank you cat!

Ultimo aggiornamento ( luned 04 giugno 2007 )
 
< Vid quidd d'apprim.   Vid 'nnotre. >
 
Top! Top!