Home arrow Cultura arrow Vecchi ricordi arrow 1964 / 2009
giovedý 19 settembre 2019
 
 
1964 / 2009 PDF Stampa E-mail
L'ha scritt Peppe Nesta   
giovedý 15 ottobre 2009

 2009  Mio figlio Samuele, un meraviglioso bambino di sei anni …

Papà, vuoi giocare con me?

Certo arrivo subito, … a che gioco giochiamo?

Giochiamo ai supereroi spaziali nel regno Mizung!

Io sono Acktras del pianeta di Sòmonis, figlio del Re Proctarius e della Regina Asbellir, … lei è figlia di Orsbratio, Imperatore di Mizung.

Tu che sei vecchio invece sei Cogrel, cugino di Orsbratio, solo che ti sei ribellato e vuoi che l’Imperatore sia cacciato da Mizung; Orsbratio ha chiesto al Re Proctarius di allearsi con lui per combattere Cogrel …



Tu adesso vuoi diventare Imperatore e Re Proctarius ha mandato me, che sono il suo figlio prediletto, per combatterti, dato che ho dei superpoteri magici devo sconfiggerti in modo da difendere l’Impero Mizung.

Io mi sono allenato moltissimo prima di partire da Sòmonis ed ora con la mia nave iperspaziale sono arrivato sul satellite Ixorax che si trova a metà strada tra Sòmonis e Mizung e sarà il campo di battaglia tra me e te!

… Vabbè Samuele … ma Cogrel non ha poteri magici?

Certo che li ha … e non chiamarmi Samuele, io sono Acktras ho detto e sono pronto a combattere!

Vabbene Attrass, anche io sono sono pronto a combattere!

ACKTRAS ho detto … A C K T R A S!!

(prende la sua sciabola luminosa e comincia a rotearla abilmente come un professionista, ad ogni passo che effettua emette un urletto secco come un karateka, salta su e giù dal divano con capriole che mi bloccano il respiro per l’apprensione … mannaggia…)

Cogrel … non permetterò che tu diventi Imperatore! Ti ucciderò!

Ah ha Acktras ... Io ti ucciderò e diventerò Imperatore di Mizung, così sarò libero e senza problemi!

(susseguono una serie di colpi e controcolpi, ma mai mi sarei aspettato la sua mossa finale)

Sarò io ad ucciderti … userò la mia onda energetica e morirai immediatamente!
SHHCHHCCWAZZZZSSSSSSSS … ecco adesso muori!

(mi sdraio per terra e, fingendo una agonia mostruosa quasi piegato in due, finalmente muoio… Samuele alza la spada verso l’alto ed urlando sentenzia…)

Io, Acktras di Sòmonis, figlio di Proctarius e di Asbellir, figlia di Orsbratio, ho ucciso Cogrel liberando il Regno di Mizung!

(sussegue qualche minuto di pausa e gli chiedo …)

Scusa Samuele, vorrei sapere perché è Cogrel a morire?

Perché Cogrel è uno cattivo e tutti i cattivi muoiono, mentre Acktras è uno buono e non muore mai!

Vabbè, ma chi ti ha detto che Cogrel è cattivo, magari è uno buono e vuole liberare il pianeta di Mizung da Orsbratio, … magari è proprio Orsbratio che è cattivo.

Nooo papà, è così che vanno le cose, … comunque i cattivi muoiono sempre, io decido che è così e Cogrel è un cattivo!

(insistendo cerco di metterlo in difficoltà, ma è una impresa ardua)

Ma tu non ci hai parlato con Cogrel, magari ti spiegava come stavano veramente le cose, hai creduto a Orsbratio e senza renderti conto …

Io sono Acktras, sono buono e non ho bisogno di parlare con nessuno … e basta, ormai Cogrel è morto, … dai cambiamo gioco, giochiamo a nascondino!

(dire che lo adoro è così riduttivo, ... mentre con il braccio a coprirmi gli occhi sono in un angolo a contare nell’attesa che lui si nasconda, in un attimo la mia mente torna a quando io ero bambino e giocavo con mio fratello Ruggero …)

1964

Allora, io sono un cowboy e tu sei un indiano, dai corri a nasconderti!

Scusa Ruggero, perché devo essere sempre io l’indiano?

Perché io sono un cowboy buono e devo ucciderti per difendere le mie terre dall’indiano cattivo!

Ma io non voglio le tue terre, magari voglio fare amicizia con te e fumare il calumet della pace!

No! Non è possibile, gli indiani sono i cattivi e tutti i cattivi muoiono, quindi tu ti nascondi, io ti scovo e ti uccido!

Vabbè, e se io fossi un indiano buono e tu un cowboy cattivo? …  ma non posso neanche ferirti con una freccia, magari ti colpisco ad una gamba perché non ho una buona mira, … magari solo un graffio …

Vabbè, facciamo così,  io sono a cavallo, sono un po’ distratto e tu mi scagli una freccia, mi ferisci ed io mi arrabbio di più, ti inseguo e mentre tu cerchi di tirarmi un’altra freccia io sparo e ti uccido!

(lui, galoppando a cavallo di una scopa, fa finta di distrarsi, passa davanti al divano, il mio nascondiglio ed io …

SSSHHHWAASSSHHH … maledetto  bianco ti ho ferito!

Aaaah maledetto muso rosso … è suonata la tua ora … BANG BANG BANG muori!!

(io saltando sul divano faccio finta di essere stato colpito a morte, … rotolo per terra e mentre mi sdraio agonizzante in fin di vita, esalo l’ultimo respiro dicendogli: …)

Ti ho fregato brutto uomo bianco, ti ho fregato lo stesso … la mia freccia era avvelenata … l’avevo bagnata con il veleno del cobra ed adesso morirai anche tu!

(quasi costretto dall’improvviso evento fuori copione Ruggero finge di cadere dal cavallo e rotolandosi per terra rantolando dice: …)

Si maledetto muso rosso, … sei un traditore, … anch’io morirò, … ma la prossima volta non mi colpirai neanche di striscio!

pepp’nest’
Ultimo aggiornamento ( giovedý 15 ottobre 2009 )
 
< Vid quidd d'apprim.   Vid 'nnotre. >
 
Top! Top!