Home
marted 22 settembre 2020
 
 
 
PAT METHENY
L'ha scritt Silvio "gralsi"   
domenica 05 agosto 2007
 Pat Metheny classe 1954 nato nel Missouri,  è un artista che appartiene alla categoria “ non parlate di me… ma ascoltatemi!” - Stateve’ citt’ e sintitem’ sane.  Un artista che , pur non odiandoli,  non ama i riflettori della ribalta – non ama sentirsi  come “nu’ ciucce ‘minze le suène”…
Discreto, schivo, mai in evidenza  è stato sin da giovane età affascinato dalla chitarra jazz, da cui ha attinto l’essenza per nutrire il suo talento,  diventandone un maestro grazie anche all’influenza dell’amico e collega vibrafonista Gary Burdon. nel suo percorso artistico, ha magistralmente “fuso” il suo genere con altri che spaziano dalla “world music” ai ritmi tipicamente brasiliani, che ha avuto modo di conoscere e di apprezzare, in un periodo della sua vita trascorso appunto in Brasile.

Ligg u rest...
 
Nu mestiere strane.
L'ha scritt Pepp' Nesta   
luned 30 luglio 2007
 Tanti anni fa, era uno dei mestieri, chissa’, sicuramente poco redditizi, ma che probabilmente garantivano la sopravvivenza di alcuni personaggi che girovagavano per le vie della nostra citta’.
Uno in particolare colpiva la mia attenzione.
Questo uomo viveva in un alloggio alquanto insolito, anche se nel pieno “centro” della citta’, pero’ totalmente in maniera anonima. Forse chi gli aveva dato l’opportunita’ di vivere li’ si garantiva anche una sorveglianza del sito stesso.

Ultimo aggiornamento ( gioved 09 agosto 2007 )
Ligg u rest...
 
Frisedde, pampanedde e acquasale
L'ha scritt Carmela "Jatta acrest'"   
domenica 29 luglio 2007
 In una pubblicità di merendine, si vede una bambina che appena alzata cerca di scappare fuori casa a giocare, e alla mamma che le ricorda di fare colazione lei risponde: <Ma fa caldo!>…..
E come darle torto! D’estate si ha sempre voglia di fresco, anche di cibi freschi e bibite dissetanti e rinfrescanti.
E cosa c’è di più buono, fresco, nutriente di un prodotto della nostra tradizione?

Ultimo aggiornamento ( gioved 09 agosto 2007 )
Ligg u rest...
 
'Nduvenijedde tarandine
L'ha scritt Carmela "Jatta acrest'" & Cataldo "Dieci Palazzine"   
domenica 29 luglio 2007
 ’Nduvenate ‘u ‘ndevenature!”  - Queste le parole  che i nostri nonni pronunciavano prima di iniziare  un indovinello.  E ricordando ricordando ne  riproponiamo qualcuno:

‘U ficche ‘a sere e u’ jesse ‘a matine.

 (lo ficco quando è sera e lo esco quando è mattina)

 

(‘u varrone – il chiavistello – ossia quel pezzo di ferro che scorrendo tra gli anelli conficcati nelle ante delle porte o delle finestre ne impediva l’apertura. - )

Fuscènne fuscènne, ficcànne ficcànne!
(correndo correndo, ficcando ficcando)

 

(la chiave nella serratura)

Ultimo aggiornamento ( gioved 09 agosto 2007 )
Ligg u rest...
 
M ... c sse mange osce?
L'ha scritt Pepp' Nest'   
sabato 21 luglio 2007

 A’ staggione, quanne se rumaneve  á cáse ,  cé vuleve assaje cú mmé ‘nzeppave da suse aú lijtte, … dicime pure ca’ quase quase nonge m’azave propre.
Sule cá le sore mije tenevene da fá le survizzie e, quanne nonge me putevene suppurtá chiú, me accumenzavene a sputté, fine a quanne nó mme scettavene fore dá ijndre aú lijtte …
Ú’ fatte jé ca accome mé  ‘nzeppave suse alle jamme mazzulline, sendeve n’addore de cucine, … nú prufume cá traseve ijndre alle feshcke dú nase, arrevave drette drette ijndre alle metodde e ppó me scenneve suse  a vendre … tande ca me penzave mudu’ … ca’ da nú mumende all’otre puteve azzuppa ‘nderre … cu mme pigghijave nu svenemende.

Ligg'u reste pè sapè ce' se mangia osce... 

Ligg u rest...
 
Piccinne ca' no' chiange, menna no' ne vole
L'ha scritt Carlo "usinnache"   
sabato 21 luglio 2007
 Ispirato della immagini e dai racconti dei partecipanti alla Barç-convenscion svoltasi a metà luglio a Barcellona, avevo deciso di offrire ad un ristretto numero di intimi amici una cena a base di paella, il tradizionale piatto della Catalunya. Chiesi così ad Archibald, il mio foraneo maggiordomo dalle origini albioniche, di accompagnarmi in auto presso alcune pescherie della città vecchia, dove avremmo provveduto ad acquistare frutti di mare e crostacei nella qualità e quantità necessaria alla preparazione del gustoso manicaretto da offrire al centinaio di invitati presso la mia umile dimora.
Provveduto all’acquisto, spinto da un mai sopito orgoglio campanilistico,volli offrire al pallido famiglio britannico il piacere della vista dei mari di Taranto, e così, dopo il Mar Piccolo ammirato da via Garibaldi, mi risolsi a percorrere via Vittorio Emanuele II - la famosa “ringhiera” – per offrire al suo sguardo anche le terse acque del Mar Grande.

Ultimo aggiornamento ( marted 24 luglio 2007 )
Ligg u rest...
 
<< Inizio < Prec 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Pross. > Fine >>

Risultati 404 - 434 di 637
Cr'stian online:
Get Firefox!
Ce timb st face?
Tardnuestr
---
Scanzavirus Avast!
avast! Home

 
Top! Top!